Acquistare criptovalute senza tralasciare la sicurezza

Il complesso mondo delle criptovalute affascina gli investitori, soprattutto in virtù dei guadagni importanti che sono arrivati per tutti coloro che non hanno creduto alla possibilità di una bolla. In ogni caso, le monete virtuali sono da considerare come un fenomeno finanziario in piena regola e l’investitore, anche a fronte della situazione attuale, può continuare a valutare l’acquisto e lo scambio.

Coloro che sono totalmente all’asciutto in materia di bitcoin e di altre monete digitali potrebbero però incontrare diverse difficoltà: il mondo finanziario è infatti di per sé molto tecnico e di difficile interpretazione, ma a questo si aggiungono i tecnicismi e gli inglesismi delle criptovalute.

Dopo una prima fase in cui il risparmiatore acquisisce le informazioni necessarie per capire i meccanismi che regolano le monete digitali, la fase successiva potrebbe corrispondere con la volontà di scambiare piccole somme con i bitcoin. Le opportunità, però, sono tante, e tra queste si celano anche diversi punti interrogativi e numerose truffe. I tentativi di frodare i risparmiatori si susseguono nonostante l’alta tracciabilità di scambi e pagamenti, che possono avvenire solo tramite bonifici bancari, carte di credito e di debito, conti paypal, PaySafecar e ATM di criptomonete.

È importante però, a prescindere dal metodo di pagamento prescelto, valutare le migliori piattaforme di Exchange in base alle proprie esigenze, alle recensioni degli altri utenti e alla sicurezza mostrata sin dai primi accessi al sito. Nel corso degli ultimi anni si sono infatti moltiplicati i furti di criptomonete da parte di hacker, come confermato dalle ricerche di enti indipendenti come la CHKP, società di sicurezza informatica con sede in Israele.

A fronte di un numero sempre crescente di frodi nei confronti degli investitori, è migliorata anche l’attenzione generale del settore alla sicurezza informatica e, di conseguenza, è cresciuta l’importanza di un registro di regolamentazione dei broker.

Le stesse società operanti nel mondo del fintech per la compravendita di valori digitali si sono adoperate per migliorare la sicurezza e per accompagnare i nuovi investitori nella conoscenza del mondo delle criptovalute in maniera più trasparente. Tutte le piattaforme digitali dei broker più importanti e autorizzate dalle autorità governative danno la possibilità di acquistare bitcoin e di scambiare le più importanti criptovalute con la massima sicurezza possibile, con ambienti digitali semplici e intuitivi, che al contempo siano al riparo dai più sofisticati attacchi informatici. L’ultima misura in ordine di tempo, prevista dai più importanti attori della compravendita di valute digitali è l’introduzione della tecnica di trading dei CFD (Contratti per differenza) che mette al sicuro gli investitori proponendo un acquisto indiretto dei bitcoin.

L’altro lato della medaglia evidenzia la presenza di una diversificazione nelle tecniche utilizzate per attrarre malcapitati neofiti. Chi propone percentuali in breve tempo o utilizza social network e applicazioni di messaggistica per la compravendita di criptomonete nella maggior parte dei casi non ha intenzioni positive, così come chi propone la possibilità di diventare agenti di depositi di bitcoin a garanzia o i diversi portali che propongono di minare Bitcoin o legati ad essi da una moneta interna per una autoregolamentazione del sistema finanziario.

Condividi: