Bitcoin Cash: la criptomoneta che punta a sfidare la «casa madre»

I bitcoin dividono fin dal tempo del loro lancio sul mercato. C’è chi li considera una innovazione straordinaria e chi li vede come il male assoluto. Ad oggi possiamo affermare che la verità stia nel mezzo. L’invenzione di Satoshi Nakamoto ha delle peculiarità che la rendono una piattaforma innovativa, ma anche lacune che ne bloccano il lancio definitivo. Ad affermare che la criptovaluta non sia una «macchina perfetta» sono gli stessi miners che vi lavorano. È così che si spiega la nascita di Bitcoin Cash. Stiamo parlando di un hard fork del più famoso bitcoin.

Che cos’è il Bitcoin Cash

Per capire come prende vita Bitcoin Cash è necessario prima spiegare cosa sia un hard fork. Questo si verifica quando il team di sviluppo di un software prende il codice sorgente di un determinato software e inizia a svilupparlo in modo indipendente la sua versione, creandone un derivato, ma con specifiche proprietà distinte e separate.

L’hard fork di Bitcoin che ha dato vita alla versione Cash è iniziato il 20 luglio 2017, quando la comunità del miners ha votato a favore per la proposta di miglioramento del Bitcoin denominata BIP 91. L’iniziativa era stata avanzata da James Hilliard, l’assistente di garanzia di Bitmain (società cinese specializzata nella produzione di hardware per generare criptovalte), che intendeva attivare per il Bitcoin l’algoritmo Segregated Witness.

Di cosa si tratta? Parliamo di un protocollo in grado di mitigare il problema di limite di grandezza della blockchain, e, di conseguenza, aumentare la velocità delle transazioni. Il cosiddetto SegWit suddivide la transazione in 2 segmenti, rimuovendo la firma di sblocco (dato “testimone”) dalla porzione originale e aggiungendolo in fondo come struttura separata. La mozione è passata con il 97% dei consensi. Il restante 3% ha dato vita ad un hard fork da cui è nato Bitcoin Cash, il 1 agosto 2017. I «ribelli», infatti, ritenevano che non avesse senso passare al SegWit senza aumentare il limite della dimensione del blocco ad un numero di megabyte superiore ad 1. Sta proprio nelle dimensioni dei blocchi la grande differenza tra le due versioni della criptovalua.

Come funziona il Bitcoin Cash: le caratteristiche principali

La caratteristica principale del Bitcoin Cash è quella di avere un blocco pari ad 8 megabyte che lo rende incompatibile con la blockchain del bitcoin (che non può superare 1 MB). Questo si traduce in una maggior velocità e sicurezza delle transazioni che, a sua volta, favorisce il flusso di scambi, ma anche ad una democratizzazione più ampia.

L’idea di base della nuova versione è, infatti, quella di evitare il cosiddetto «monopolio dei mining» che, proprio a causa della lentezza e della complessità delle transazioni, rischiavano di creare una sorta di «oligarchia» anche in termini di voti all’interno della Blockchain. Stando alla «legge di Bitcoin» infatti, ogni miners che possiede una bitcoin ha diritto ad un voto. È stato calcolato, però, che, i miners sono riusciti ad accaparrarsi quasi il 20% della criptovaluta circolante, proprio a causa del «sistema monco» della Blockchain.

Va detto che la versione Cash ha ereditato la cronologia delle transazioni Bitcoin prima della scissione, ma le successive transazioni (dopo il fork) sono poi diventate separate

Come investire e acquistare Bitcoin Cash

Per quel che riguarda la criptomoneta, inizialmente, chi possedeva Bitcoin, ha avuto «in dono» con l’hard fork anche la sua versione Cash. Questo è stato fondamentale per il lancio della nuova valuta. Esattamente come la «casa madre» anche Bitcoin Cash ha posto il tetto di 21.000.000 in quanto a moneta circolante. Attualmente Bitcoin Cash ha un tasso di cambio pari a 1.464 dollari.

Per poter acquistare la criptomoneta è necessario anzitutto aprire un wallet indipendente da quello in cui si alloggiano i bitcoin. In secondo luogo ci si dovrà affidare ad un servizio di exchange per cambiare il proprio denaro o criptovaluta con la nuova criptomoneta. Va detto che, inizialmente, solo due exchange avevano deciso di supportare BCH ovvero Kraken e Bitfinex . Ora il numero è aumentato, ma rimane un po’ di scetticismo nei suoi riguardi.

Per quel che riguarda gli investimenti, il sistema migliore per guadagnare con Bitcoin Cash sono i CFD, ovvero i contratti per differenza. In questo caso si opera un trading indiretto, puntando non sull’acquisto della criptomoneta, bensì facendo una previsione di rialzo (contratto long) o ribasso (contratto short) del suo valore. Questo tipo di trading consente anche di ottenere un guadagno nel caso in cui vi fosse un ribasso di valore. La cosa importante, in questo tipo di operazione è prevedere l’esatto evolversi dell’asset, in modo da avere un guadagno costante, mano a mano che si proseguirà nella direzione prevista.

Image Desposito Demo Review Visita
Deposito: €200 Spreads: Bassi Licenza: CySEC Conto demo: SI Apri demo gratis Commissioni: zero Recensione eToro APRI UN CONTO Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €10 Spreads: Onesti Licenza: CySEC Conto demo: SI Apri demo gratis Commissioni: zero Recensione IQ Option APRI UN CONTO Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €100 Spreads: Stretti Licenza: CySEC Conto demo: SI Apri demo gratis Commissioni: zero Recensione Plus500 APRI UN CONTO Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €100 Spreads: Onesti Licenza: CySEC Conto demo: SI Apri demo gratis Commissioni: zero Recensione Markets.com APRI UN CONTO Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.

Investire in Bitcoin Cash potrebbe risultare conveniente nel medio periodo perché, la versione attuale risolve molti problemi della «casa madre» e, se manterrà le promesse, potrebbe attirare numerosi investitori. Inoltre, la criptovaluta può essere scambiata in tutto il mondo non solo in tempi piuttosto rapidi, quanto anche in termini convenienti sotto il profilo dei costi. Bisogna fare attenzione, però, a non farsi prendere dall’entusiasmo. La sua relativa «giovinezza» lo rende un asset dal futuro ancora indefinito.