Trezor Hardware Wallet, la recensione

Trezor Wallet

Trezor Wallet Hardware si colloca tra i migliori wallet hardware del momento. Se si è alla ricerca di un dispositivo del genere, è d’obbligo leggere una guida che spiega quali sono le caratteristiche di questo portafoglio elettronico hardware e perché conviene acquistarlo.

Ovviamente, possiamo inizialmente fare un breve recap sull’utilità di un wallet hardware. Esso serve per controllare il saldo e fare le operazioni sui Bitcoin e su altre criptovalute – in seguito verranno presentate tutte quelle compatibili con Trezor – direttamente sul proprio computer, stando ovviamente attenti a non esporre il proprio wallet a virus o malware, che potrebbero causare gravi danni e problemi, sia al proprio saldo di criptovalute sia al proprio PC.

Come funziona Trezor Wallet – Lista delle criptovalute disponibili

Molto semplicemente, Trezor wallet hardware si collega al proprio computer tramite una porta USB. Al suo interno ha delle funzionalità di sicurezza, come l’autenticazione a due fattori e un password manager. Trezor può essere integrato anche ad altri wallet popolari come Copay o MyEthererWallet.

Con Trezor è possibile utilizzare non solo Bitcoin, ma sono diverse le valute digitali supportate. Le più importanti, oltre ai sopracitati Bitcoin, sono Bitcoin Cash, Ethereum, Ethereum Classic, Litecoin, Dash, Zcash.

Trezor mette a disposizione una estensione Google Chrome attraverso la quale è possibile interagire con la maggior parte degli exchange di criptovalute presenti su Internet.

Le caratteristiche tecniche di Trezor

Analizziamo anche un po’ la parte un po’ più tecnica di Trezor. Questa è la scheda tecnica del dispositivo.

  • Peso: 12 grammi
  • Dimensioni: 6 x 3 x 0.6 cm
  • CPU: ARM Cortex M3 a 120 MHz
  • DISPLAY: OLED Bright da 128×64 pixel
  • Connettività: Micro USB
  • Sistemi supportati: Windows, Mac, Linux, Android

Sicurezza di Trezor

Trezor è uno dei wallet hardware che presenta una grande offerta soprattutto sulla sicurezza.

I backup del wallet vengono generati con una password formata da una frase di 24 parole – la cosiddetta passphrase -, la quale è generata automaticamente in fase di installazione.

La passphrase di 24 parole dovrà essere custodita gelosamente, visto e considerato che, nel caso in cui Trezor dovesse essere perso o distrutto, potrebbe essere recuperato grazie ad essa.

Dopo la prima fase di installazione, è necessario inserire un codice PIN; una particolarità di quest’hardware è che, per ogni tentativo sbagliato, i tempi di attesa si incrementano esponenzialmente, con fattore 2. Pertanto, se si volessero effettuare 30 tentativi, impiegheremo la bellezza di 17 anni!

Infine, la necessaria spinta sui tasti per confermare la transazione previene la possibilità che l’hardware wallet possa essere ‘hackerato’ da remoto: non si potrebbero, comunque, effettuare operazioni.

Prezzo Trezor e conclusioni

Trezor wallet hardware può essere acquistato direttamente sul sito ufficiale dell’azienda oppure su Amazon.it. Il prezzo è di €84 al mmento, a cui dovranno essere aggiunti i costi di spedizione. È necessario specificare che questi due rivenditori sono gli unici affidabili, perché acquistare da terze parti non garantisce la possibilità di acquistare un oggetto manomesso, che possa portare a conseguenze nefaste.

In definitiva, Trezor è sicuramente un grandissimo prodotto, uno dei miglior sul mercato. Se si è alla ricerca di un hardware wallet, questo è sicuramente uno di quelli da mettere in cima alla ‘wish list’.