Bitstamp, recensione del primo exchange europeo

Bitstamp, il primo exchange europeo

Quando si decide di investire in criptovalute, bisogna ovviamente decidere dove e come mettere i propri soldi. La scelta dell’exchange è fondamentale per avere a disposizione una piattaforma efficiente in grado di accompagnare l’utente nell’effettuare tutte le operazioni possibili.

Uno dei più conosciuti in Europa e anche nel nostro paese è Bitstamp, il primo exchange nato in Europa su larga scala.

Caratteristiche di Bitstamp

Ovviamente, quando parliamo di un exchange, dobbiamo capire il motivo per cui è giusto sceglierlo o meno. Da questo punto di vista, possiamo elencare qualche punto di forza di Bitstamp.

  • Semplicità: è uno dei siti più facili da usare che ci sono sul mercato. L’interfaccia è molto agevole, con la possibilità di comprare e vendere le criptovalute che si vuole con dei semplici click. Anche un novizio del settore può buttarsi nella mischia senza particolari difficoltà.
  • Volumi di scambio: Bitstamp è una delle piattaforme che gestisce il maggior numero di scambi, il che porta a una maggiore interazione e pertanto a un’estrema facilità di reperimento di altri utenti pronti a negoziare, con spread minimi tra acquisto e vendita. Rappresenta l’exchange con il sesto volume di scambi nel mondo.
  • Sicurezza: non è un semplice sito internet, ma una vera e propria azienda regolamentata. Bitstamp, infatti, ha sede in Lussemburgo e gode dell’autorizzazione del CSSF, cioè l’ente nazionale lussemburghese che si occupa di regolamentare gli intermediatori finanziari.

Qualche aspetto negativo di Bitstamp

Andiamo anche a vedere se ci sono aspetti negativi per quanto riguarda Bitstamp. Questi lati vanno considerati, ovviamente, qualora potrebbero recare problemi nell’esperienza dell’utente.

  • Controllo delle chiavi: Bitstamp controlla le chiavi private del wallet dell’utente, che non ha dunque un accesso controllato al 100% del portafoglio elettronico. Dovrà, pertanto, affidarsi alla sicurezza e all’onestà dell’excchange in questione.
  • Verifica lenta: prima di poter effettuare operazioni, bisognerà aspettare qualche giorno. Questo perché la verifica dell’account e la validazione del documento durano circa 72 ore. L’operazione, però, viene effettuata una tantum e, dunque, una volta fatta, l’avventura nell’exchange potrà continuare senza problemi.
  • Solo criptovalute storiche: Bitstamp è, storicamente, un exchange restio a introdurre nuove criptovalute, dunque i suoi utenti non sono di certo quelli che cercano di capitalizzare con le criptovalute più giovani.
  • Commissioni: il sistema in questione è poco chiaro, non si ha la netta comprensione sempre di chi o cosa si stia pagando; si può dire con assoluta certezza, però, che Bitstamp offre un servizio abbastanza economico per investire in Bitcoin.

Criptovalute supportate da Bitstamp

Bitstamp è uno degli exchange che supporta il minor numero di criptovalute. Come abbiamo detto in precedenza, infatti, non vengono introdotte subito nuove valute digitali, ma è possibile operare soltanto con quelle storiche. Di seguito l’elenco delle criptovalute supportate in questo momento:

  • Bitcoin
  • Litecoin
  • Ethereum
  • Ripple

Le valute virtuali in questione sono sufficienti per chi vuole investire in maniera del tutto solida e sicura; ovviamente se l’attenzione dell’utente è rivolta ad altri tipi di moneta elettronica, allora è necessaria una registrazione presso un nuovo exchange.

Sicurezza di Bitstamp

Come abbiamo accennato in precedenza, Bitstamp conserva le chiavi private dei wallet degli utenti, il che non rappresenta sicuramente il massimo della sicurezza perché bisogna affidarsi alla piattaforma per la tutela del proprio portafoglio elettronico. Ci sono, però, due aspetti da considerare: in primis, come abbiamo già detto, Bitstamp è una vera e propria azienda con una sua autorizzazione; in secondo luogo, il sistema a doppia autorizzazione garantisce un alto livello di sicurezza per gli utenti.

Documenti necessari per operare su Bitstamp

Ovviamente, per fare trading su Bitstamp, è necessario essere autorizzati dal sito. Come la maggior parte delle piattaforme, quest’ultimo richiede dei documenti con l’obiettivo di limitare al massimo il fenomeno del riciclaggio. Le normative relative all’AML (Anti-Money Laundering) impongono a Bitstamp di richiedere all’utente un documento di riconoscimento e di accertarsi della residenza fiscale. Per questo motivo, qualora si decidesse di registrarsi a Bitstamp, si dovrebbe fornire alla piattaforma:

  • Un documento di riconoscimento, quale carta di identità o passaporto
  • Una prova della residenza fiscale: in generale si richiede la bolletta di un’utenza vecchia di massimo 3 mesi

I documenti vengono validati nel giro di 72 ore.

Commissioni su Bitstamp

Quando si fa trading su un qualsiasi exchange, bisogna sempre considerare le commissioni. Su Bitstamp ce ne sono di tre tipi:

  • Acquisto tramite carta di credito: 8% se si deposita meno di 500 dollari, 7% se si deposita tra 500 e 1000 dollari, 6% se si deposita tra 1000 e 5000 dollari, 5% per importo superiore
  • Acquisto per prelievo:9 euro per prelievo tramite bonifico, mentre per prelevare su carta si pagano 10 dollari fino a 1000 euro, mentre per somme superiori una commissione del 2%.
  • Tassazione sugli scambi: a seconda della coppia dei volumi che si muove, le tasse sono tra lo 0.10 e lo 0.25%.

Come aprire un conto Bitstamp

Andiamo al sodo. Per creare il proprio conto su Bitstamp, bisogna collegarsi al sito https://www.bitstamp.net/ e cliccare sul pulsante Create Account. In questa prima fase, bisognerà inserire i seguenti dati:

  • Nome
  • Cognome
  • Email
  • Paese di Residenza

A questo punto nell’indirizzo email che avete inserito – siate responsabili di inserirne uno correttamente funzionante e a cui avete accesso – vi arriverà una mail di conferma, a cui seguirà una fase in cui dovrete inserire dei documenti indicati. La registrazione è immediata, ma per iniziare a operare dovrete aspettare la validazione dell’account, per cui la piattaforma impiega circa 72 ore.