Trading Online: la guida completa 2019

Il trading online: ne avrete sentito parlare migliaia di volte sui quotidiani online, spesso in maniera superficiale o poco attendibile. In questa guida vi offriremo una visione completa, qualificata e approfondita di questo settore emergente della finanza.

Che cos’è veramente il trading online?

In parole povere, “il trading online è un particolare modo di investire in borsa”. Il trader acquistando o vendendo titoli finanziari può ottenere dei guadagni attraverso le oscillazioni dei mercati. L’acquisto e la vendita vengono effettuati tramite un apposito software installato su pc o smartphone, che regola il funzionamento della piattaforma di trading online.

Come si fa trading online

Non è molto difficile, ma bisogna essere ben informati, in particolar modo sulle caratteristiche delle differenti piattaforme di trading, sulle modalità di fare trading e sui rischi intrinseci che derivano da questa pratica. Questi ultimi possono essere controllati da un buon trader, ma mai azzerati.

Il trading online avviene attraverso una piattaforma online denominata broker, che svolge il ruolo di intermediario poiché il trader non può operare direttamente sui mercati finanziari. Il broker finanziario permette quindi di acquistare e vendere asset per conto del cliente i cui guadagni dipenderanno dalle oscillazioni dei titoli sui mercati.

Perchè è importante la scelta della piattaforma di trading?

Le piattaforme per fare trading online permettono al trader di iniziare ad operare nei mercati finanziari. Ovviamente bisogna capire quali sono i criteri da seguire per la scelta di una buona piattaforma di trading.

La scelta della piattaforma è uno degli aspetti chiave per iniziare a dedicarsi all’attività di trading. In primo luogo, poiché si tratta di investire dei soldi, abbiamo bisogno di una piattaforma affidabile, caratteristica generalmente garantita dalla licenza concessa dalla Consob. Tutti i broker regolamentati che analizzeremo all’interno di questo guida, oltre ad essere affidabili, sono tra i più sicuri in circolazione, grazie a sistemi di protezione e di crittografia che tutelano tutte le operazioni compiute all’interno delle rispettive piattaforme.

In secondo luogo, è importante che la piattaforma broker offra un servizio di assistenza clienti qualificato e costante: un supporto tecnico è fondamentale per chi è alle prime armi e sono tanti i broker che mettono a disposizione un’assistenza 24 ore al giorno anche tramite live chat.

Infine, scegliere un broker significa anche servirsi di un’interfaccia user-friendly, ovvero intuitiva e semplice da usare per gli utenti che si registrano alla piattaforma.

I migliori broker per fare trading online

Image Licenza Demo Recensione Visita


Licenza: CySEC
Conto demo eToro

Recensione eToro
APRI UN CONTO
Il tuo capitale è a rischio.


Licenza: CySEC
Conto demo IQoption


Recensione IQ Option
APRI UN CONTO
Il tuo capitale è a rischio.


Licenza: CySEC
Conto demo Plus 500

Recensione Plus500
APRI UN CONTO
80.6% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.


Licenza: CySEC
Conto demo Markets


Recensione Markets
APRI UN CONTO
Il tuo capitale è a rischio.

Di seguito elenchiamo le piattaforme di trading al momento più importanti, che possiedono tutte le caratteristiche che abbiamo elencato in precedenza.

Fare trading online: principi di base e rischi

L’attività di un trader si basa e si articola in tre fasi: definizione di una strategia, negoziazione dei titoli finanziari, analisi di mercato e dei risultati ottenuti. Questo modus operandi consentirà al trader di migliorare le proprie strategie di investimento e di conseguenza far crescere i profitti legati all’attività di trading.

Un buon trader non può prescindere dalla conoscenza dei rischi del trading che si possono presentare all’interno della speculazione sui mercati finanziari. In precedenza, abbiamo parlato della delicatissima fase di scelta del broker: registrarsi su una piattaforma di alta qualità e affidabile è il minimo per un buon trader, altrimenti si potrebbe cadere in una trappola e perdere il proprio investimento.

Un altro fattore fondamentale è quello della psicologia del trader. Chi si occupa di analizzare i mercati finanziari deve credere fermamente in quello che fa, deve essere consapevole di dover affrontare delle difficoltà e allo stesso tempo avere la lucidità e la fermezza necessarie per riuscire a superarle. La forza di volontà è fondamentale, mentre ciò si deve evitare è assumere un atteggiamento presuntuoso: in una disciplina così volatile, non si smette mai di imparare.

A questo punto, qualcuno potrebbe pensare che i rischi connessi all’attività sono facilmente controllabili e che in determinate situazioni siano assolutamente nulli. In realtà, un terzo fattore di rischio non è trascurabile, vale a dire quello relativo al mercato. In una speculazione che permette di guadagnare, c’è ovviamente la possibilità anche di andare in perdita per una valutazione sbagliata. A qualcuno verrebbe da dire che si tratta dei rischi del mestiere.

Obiettivi del trading online

Come abbiamo già detto in precedenza, nel trading online quello che si prova a fare è guadagnare. Ovviamente, considerati i fattori di rischio intrinseci nelle oscillazioni della borsa, in alcune occasioni la bravura del trader non consta tanto nel guadagnare quanto più possibile, ma nel cercare di perdere il meno possibile per evitare danni maggiori. Il trader esperto sa di trovarsi di fronte ad un pericolo, ma cerca di fare in modo che non si converta in un vero e proprio danno.

Iniziare come trader

Dopo aver aperto un account presso uno dei broker online regolamentati, avere scaricato e installato sul vostro dispositivo la piattaforma online e avere studiato in maniera approfondita il suo funzionamento, è indispensabile decidere in cosa si vuole investire e successivamente definire la strategia da adottare.

Tipologie principali di trading online

La scelta della tipologia di trading dipende da tre fattori principali: grado di competenza ed esperienza del trader, capitale disponibile e obiettivo finale. In funzione a tali parametri il trader valuterà se effettuare investimenti nel mercato valutario (Forex Market), oppure sulle opzioni binarie, sulle materie prime (oro, argento e altri metalli preziosi), sul mercato azionario, sui CFD o derivati, su futures e su altri strumenti finanziari disponibili sui mercati finanziari. Fondamentale è conoscere approfonditamente le modalità di funzionamento di questi diversi mercati per saper individuare quello che maggiormente si adatta alle caratteristiche del trader.

Andiamo ad analizzare nel dettaglio i diversi mercati che permettono di effettuare operazioni di trading online.

Trading online con coppie di valute del mercato Forex

Il Forex Market (FX) è il mercato valutario più interessante dal punto di vista economico, dato che ogni giorno vengono scambiati circa 2 mila miliardi di dollari. L’attività di trading online su questo mercato, denominata Forex Trading, si basa sullo scambio di coppie di valute. Si tratta di un’operazione estremamente semplice e poco complessa, che non richiede investimenti eccessivi.

Uno dei motivi del successo del Forex Market è quello di permettere operazioni di trading 24 ore al giorno e per sei giorni su sette alla settimana. Nonostante il Forex Market sia dominato storicamente dai colossi dell’economia (governi, banche e multinazionali), negli ultimi anni sono cresciuti gli investimenti dei piccoli trader in quanto offre interessanti possibilità di ottenere dei profitti attraverso le fluttuazioni temporali che caratterizzano il valore delle coppie di valute.

Trading online con le materie prime

Fare trading online con le materie prime, in gergo Commodities Trading, è una delle forme di investimento speculative più redditizie in assoluto. Per commodities si intendono le materie prime (di estrazione e coltivazione) che sono poco deperibili nel tempo e che possono essere usate nei mercati finanizari per effettuare scambi. Le principali usate nel settore del trading online sono oro, argento e petrolio.

Il Commodities Trading consente di ottenere un profitto attraverso le oscillazioni dei prezzi delle materie prime quotate in Borsa. Lo strumento finanziario che di solito si preferisce per fare trading di commodities è il Contratto per Differenza (CFD) – al quale abbiamo dedicato una sezione specifica – il cui valore dipende esclusivamente da un altro asset finanziario. Nello specifico, il prezzo di un CFD sull’oro è lo stesso del metallo prezioso il cui valore varia in funzione delle sue oscillazioni. Il profitto con i CFD è proporzionale all’ampiezza della variazione di prezzo. I profitti possono essere moltiplicati applicando una leva finanziaria. Il valore della leva varia in base alla tipologia di asset e anche in base alla tipologia del trader.

Trading online su azioni e indici azionari

Il trading online sugli indici di borsa è un particolare tipo di negoziazione che interessa un gruppo di titoli che compongono l’indice. Attualmente sono attivi numerosi indici di borsa tra i quali annoveriamo S&P 500 (Usa), FTSE100 (London), IBEX 35, FTSE MIB (Italia), HSI (Cina), NIKKEI (Giappone) e così via. Nello specifico gli indici sono derivati finanziari che sono calcolati come media ponderata dei trend azionari delle società con le migliori performance quotate in borsa.

Gli indici di trading online sono un ottimo modo per speculare sui principali mercati finanziari che sta diventando molto popolare tra gli investitori a causa della facilità di trading rispetto al trading di singoli titoli.

Il trading online su indici azionari consente ai trader di speculare sulla possibilità che un indice aumenti o diminuisca, senza effettivamente acquistare azioni nelle attività sottostanti. La negoziazione su indici consente al trader di trarre profitto da qualsiasi tipologia di oscillazione del mercato azionario, indipendentemente dal fatto che il valore di mercato aumenti o diminuisca in un dato periodo di tempo. Il trading su indici consente ai trader di speculare sulla possibilità che un indice aumenti o diminuisca, senza effettivamente acquistare azioni nelle attività sottostanti.

Quali sono le differenze tra il trading online di indici azionari e il trading online su azioni? Mentre il valore di un titolo può fornire informazioni sullo stato finanziario di una specifica società, gli indici costituiscono una rappresentazione dello stato di salute dei mercati e dei settori di mercato nel loro complesso. Quando gli scambi riguardano gli indici, è importante che gli investitori rivedano gli eventi che possono influenzare il valore di un indice, come notizie geopolitiche, rapporti mensili sull’occupazione e rapporti economici. Dall’altro lato, quando gli scambi riguardano le singole azioni, gli investitori devono analizzare nel dettaglio le notizie relative ai bilanci delle società, difetti di produzione e richiami di prodotti, così come notizie dello stato di salute dei competitors, oltre a potenziali operazioni di fusione e acquisizione.

Strategie di trading online

Una strategia di trading valida include obiettivi a breve e lungo termine e un preciso modus operandi. Come affermano molti esperti del settore: “Una strategia non è valida per sempre, anzi è fondamentale migliorarla nel tempo e adattarla ai numerosi cambiamenti del mercato”.

Diverse sono le strategie di negoziazione attualmente disponibili nel trading.

Il Day Trading è una strategia di negoziazione basata su acquisto e vendita di titoli nello stesso giorno. Le posizioni, vengono quindi chiuse durante lo stesso giorno di trading, e nessuna posizione viene tenuta aperta durante la notte. Tale strategia, che presenta un orizzonte temporale giornaliero, viene adottata principalmente dai trader professionisti, ma non esclude l’utilizzo anche da parte dei neofiti del trading.

Il buy and hold è una strategia di negoziazione basata su acquisto e vendita di titoli a medio-lungo termine. In sostanza si tratta della strategia contrapposta al Day-Trading. Viene considerata dagli esperti come una tecnica passiva basata sulla diversificazione del portafoglio in titoli a rischio (denominati equity) e privi di rischio per minimizzare gli inconvenienti legati all’alta volatilità del mercato.

Lo swin trading è una strategia di negoziazione basata sull’ acquisto e la vendita di titoli nei periodi di massima volatilità dei titoli nei mercati. Gli esperti di questa tecnica sfruttano spesso dei complessi algoritmi di trading consigliando agli investitori il momento più adatto per acquistare o vendere titoli. Questa strategia di trading è altamente rischiosa e non è consigliabile ai neofiti.

Lo scalping è una strategia di trading basata sull’ acquisto e vendita di titoli in contemporanea e nel breve periodo (con posizioni aperte anche soltanto per qualche istante). L’utilizzo di questa tecnica richiede massima cautela e il monitoraggio costante di tutti gli aspetti principali del trading, come la volatilità dei mercati e il calendario economico.

Cosa sono i CFD

La stragrande maggioranza delle piattaforme broker permette di operare attraverso i CFD, acronimo che sta per ‘Contratti per Differenza’. Questo strumento finanziario rappresenta un vero e proprio contratto che l’acquirente fa in riferimento all’andamento di un asset finanziario, senza però entrarne in possesso. A seconda del contratto è possibile guadagnare in base al rialzo o al ribasso dell’asset.

I CFD sono molto in voga in quanto permettono di sfruttare la leva finanziaria, potendo operare sul mercato con un capitale minore rispetto a quello nominale, cioè a quello con cui effettivamente si va a investire. Con una leva finanziaria di 1:10, è possibile muovere titoli di valore di 10000 euro con soli 100 euro.

Il trading online tramite CFD è quello più diffuso e potremmo dire del tutto simile a quello tradizionale, vale a dire l’investimento in azioni oppure in altri titoli.

Segnali di Trading

I segnali di trading sono strumenti molti utili per chi opera con i CFD, che permettono di definire le scelte operative ed individuare le migliori occasioni per fare trading. Nello specifico, i segnali aiutano i trader nella scelta della tipologia di asset da utilizzare, nella valutazione del momento ideoneo per investire e nell’individuazione dei trend di mercato.

I segnali di trading sono forniti ai trader da una persona fisica o da una società. In entrambi i casi chi fornisce tale tipologia di informazioni deve essere altamente qualificato, oltre ad operare in maniera esclusiva e riservata per ogni cliente. Le migliori piattaforme trading includono generalmente un servizio per l’erogazione dei segnali di trading ai propri clienti.

Corsi trading online: libri e corsi

Come si impara a fare trading online? L’unico vero modo è quello di fare pratica e di inserirsi gradualmente all’interno del settore registrandosi a una piattaforma. Ovviamente, una sana istruzione sulle nuove strategie per tradare è sicuramente buona. L’aggettivo sana ha un suo perché: qualcuno potrebbe ingannarvi chiedendovi dei soldi per un corso di trading online, ma sicuramente non ne varrebbe la pena. Le informazioni che si trovano in giro per il web sono del tutto gratuite e non richiedono un ulteriore esborso economico.

Ad esempio, uno dei migliori corsi online sul trading è quello proposto da 24option, una delle piattaforme broker che abbiamo consigliato in precedenza. Non usando una terminologia tecnica e complessa e non focalizzandosi troppo sulla teoria, 24option dà la possibilità anche ai nuovi adepti del settore di imparare a guadagnare con il trading online.

Esistono anche parecchi libri sul trading online: questi ultimi possono offrire una conoscenza più approfondita in determinati settori. È possibile, tramite un’attenta ricerca sul web, capire quali sono i migliori libri del settore, anche basati sul vostro specifico settore di interesse. Uno dei più importanti, adatto a chi è alla prime armi, è “Currency Trading for Dummies”, scritto da Mark Galant e Brian Dolan.

Trading Online Demo: come iniziare senza rischio

Esiste la possibilità di sfruttare i mercati finanziari senza correre il rischio di perdere soldi attraverso delle demo fornite dalle piattaforme broker che abbiamo menzionato in precedenza. Tutto quello che si dovrà fare è scegliere di aprire un conto demo dopo la registrazione. Ovviamente, non essendo presente il rischio, non vi è la possibilità di ottenere profitti da questa pratica.

Il denaro che viene utilizzato nel Trading Online Demo è, infatti, virtuale e non è necessario effettuare alcun deposito sul proprio conto. Le operazioni sui mercati sono virtuali, i dati invece sono quelli riferiti alle oscillazioni dei mercati reali quindi gli effetti che si hanno sul proprio conto virtuale sono gli stessi che ci sarebbero stati anche con denaro reale.

Fare trading online è una truffa?

Non mentite: l’avrete sicuramente sentito o letto e molti finiscono per crederci. In realtà, il trading online non è una truffa, anche se ovviamente bisogna stare attenti a determinati commenti o a sedicenti esperti del settore. I profitti che si possono ottenere sono anche elevati, questo è risaputo, ma è fondamentale acquisire una certa padronanza dei mercati che solo i trader veramente esperti hanno.

Purtroppo, molti truffatori hanno cavalcato la moda del trading online con pubblicità ingannevoli, che possono portare a pensare di poter guadagnare decine di migliaia di euro anche in una o due settimane. Questo non è vero, anche perché, in caso contrario, lo farebbero tutti.

Fare trading richiede sacrificio quotidiano e tanto studio e nessuno vi regala niente. Come abbiamo spiegato in precedenza, per evitare qualsiasi tipo di problema fate riferimento alle piattaforme consigliate, autorizzate e regolamentate le quali mettono anche in guardia sui rischi che si possono correre svolgendo tale attività.

Quanto tempo ci vuole per guadagnare con il trading online

Partiamo con una premessa: non si impara a fare trading dall’oggi al domani. Il percorso di studio di un trader alle prime armi può durare anche un paio di mesi. Una volta capito come interpretare i grafici relativi agli asset, come valutare le varie oscillazioni di prezzo degli stessi e quali sono le strategie più importanti del trading online, allora si potrà iniziare a fare trading. Il profitto e la velocità con cui lo si ottiene dipende da tanti fattori: ricordate che il trading online non è una scienza esatta.

Gli strumenti per il trading online: grafici e tool

Essere un buon trader significa anche saper sfruttare gli strumenti che si hanno a disposizione. Fondamentali sono i grafici che riguardano l’asset di investimento, grazie ai quali è possibile controllare le variazioni di prezzo e la sua storia recente, e scegliere, in un secondo momento, il modo migliore in cui operare.

Esistono anche dei software specifici, utilizzati per lo più da professionisti, che aiutano nell’esperienza di trading. “Studiare i grafici e seguire i trend” è di fondamentale importanza per diventare un buon trader.

Infine, vi consigliamo di aggiornarvi costantemente su tutte le tematiche che riguardano il trading sfruttando fonti qualificate su web nazionali e internazionali, oltre alla lettura di libri pubblicati dai massimi esponenti del settore.

Cos’è il social trading

Il social trading rappresenta una maniera innovativa di investire online, che consente ai trader interessati di accedere ad informazioni pubblicate dagli esperti mediante le reti sociali. Contrariamente a quanto avviene con l’analisi fondamentale e con l’analisi tecnica fornite dalle piattaforme di trading online, con il trading sociale le informazioni vengono generate da altri utenti, permettendo così ai neofiti del settore di poter effettuare transizioni finanziarie senza dover necessariamente passare attraverso la fase di analisi.

Nello specifico, le decisioni di investimento vengono effettuate in funzione dell’analisi realizzata da altri trader, generalmente più esperti e in grado di interpretare meglio gli andamenti e i trend dei mercati.

Il trading sociale consente agli utenti e ai trader di poter condividere informazioni in tempo reale con gli altri membri della community. Uno dei vantaggi legati a questa condivisione è quello di consentire ai nuovi trader un processo di formazione graduale tramite le conoscenze dei trader più esperti. In altre parole, il social trading è uno strumento che permette ai “nuovi arrivati” nel mondo degli investimenti finanziari di apprendere più velocemente e in un ambiente reale.

Tra le piattaforme social trading, quella di eToro è senza dubbi la più utilizzata e popolare. Ad oggi conta più di 7 milioni di utenti e ognuno di loro può essere definito come un social trader.

Trading online: opinioni e forum

Il trading online non è un gioco che porta guadagni faraonici in pochi giorni, ma non si tratta nemmeno di una fregatura. Online e sui forum è possibile imbattersi spesso in commenti o opinioni contrastanti e non sempre ciò che viene detto corrisponde a verità: bisogna sempre capire chi è che scrive e se ha interessi nel pubblicizzare la propria opinione. Provare l’attendibilità delle fonti rappresenta un fattore discriminante di qualsiasi tipo di informazione, e solo confrontando il parere di differenti esperti del settore è possibile farsi un’idea chiara su un determinato argomento.

Una buona strategia utile al filtraggio delle informazioni è analizzare il modo in cui viene presentato e proposto un commento: se chi lo scrive si esprime in maniera chiara adducendo valide argomentazioni alla propria teoria, allora vale la pena dare credito a quanto detto e pubblicato. In caso contrario, potete tranquillamente soprassedere.