Le criptovalute nello sport: la Juventus annuncia la sua moneta digitale

Con un comunicato sul sito Socios.com, la Juventus ha annunciato che dal 2019 entrerà nel mondo delle criptovalute. La società di proprietà della Exor, che ha vinto il campionato di calcio di Serie A per sette volte negli ultimi anni, ha pubblicato una nota sul sito specializzato in blockchain, in cui ha spiegato anche quali saranno le modalità di acquisto.

MODO PER AUMENTARE I RICAVI?

Sullo stesso Socios.com, i tifosi, dall’inizio del 2019, avranno la possibilità di poter interagire attraverso uno “Juventus Official Fan Token” con sondaggi e votazioni. Gli euro verranno convertiti in Chiliz e potranno poi essere utilizzati all’interno del sistema. Potrebbe essere un’ulteriore modo da parte della società degli Agnelli di aumentare i propri ricavi, visto che la squadra ha circa 340 milioni di tifosi sparsi nel globo e una 60ina sul web. I toker potrebbero permettere, in qualche modo, ai tifosi di partecipare a qualche scelta da parte della Juventus, come detto in precedenza, attraverso sondaggi e votazioni all’interno della piattaforma.

Con una nota sul proprio sito web, Giorgio Ricci, Co-Chief Revenue Officer, Head of Global Partnerships and Corporate Revenues del club, ha manifestato tutta la sua gioia per l’accordo raggiunto. “La Juventus è lieta di dare il benvenuto a Socios.com tra i suoi partner. Siamo sempre molto attenti e pro-attivi verso nuove tecnologie e innovazione. Insieme a Socios.com abbiamo intenzione di offrire nuove opportunità alla nostra fan base nel mondo di interagire in modo innovativo con la loro squadra preferita”.

CONTINUA IL TREND DELLE CRIPTOVALUTE ALL’INTERNO DELLO SPORT

Il mondo del calcio si sta industriando sempre di più per far entrare le valute digitali all’interno del sistema. La Juventus non è l’unica società ad averlo fatto in Italia, visto che è stata preceduta dal Rimini. In Inghilterra, invece, sono entrati a far parte dell’economia sette società del campionato principale, tra le quali ci sono Tottenham, Newcastle and Leicester. Ma non solo il calcio: la prima società sportiva in assoluto ad aver ‘minato’ criptovalute è stata la squadra NBA di Sacramento, i ‘Sacramento Kings’, mentre recentemente Bitmain, compagnia cinese che si occupa di mining di Bitcoin, è diventata sponsor primario degli Houston Rockets.

Condividi: