Facebook ha intenzione di creare una sua criptovaluta

Facebook ha intenzione di creare una sua criptovaluta

Adesso ci si mette anche Facebook: pare infatti che Zuckerberg stia studiando la creazione di una criptovaluta propria, così da aiutare i miliardi – ormai – di utenti per eventuali pagamenti elettronici. Facebook ha infatti iniziato degli studi seri sulla blockchain, ed è ormai un anno che l’attenzione è spostata tutta lì: il lavoro, poi, è stato affidato a Morgan Beller, membro del team di sviluppo aziendale.

Ecco: Beller non è un nome sparato lì a caso. Era difatti l’unico dipendente dell’azienda di Palo Alto che si occupava di blockchain, e il suo lavoro è stato praticamente esposto al pubblico giudizio quando Facebook ha parlato del vice presidente Marcus come nuovo capo del team che si occuperà di esplorare come sfruttare al meglio la catena di blocchi su Facebook. Partendo da zero.

Oggi Marcus però guida un team di dodici persone, tutte dipendenti Facebook e tutte concentrate sul solo e possibile utilizzo della blockchain: sembra un po’ quanto faceva per PayPal, di cui è stato presidente. All’epoca facilitava le transazioni tra gli utenti anche all’interno di Facebook Messenger, oggi ne è praticamente la guida spirituale nel nuovo percorso di compravendita segnato da Zuckerberg. Ah, in tutto questo: Beller è anche investitore del Bitcoin e da dicembre fa parte del CDA di Coinbase. E’ l’azienda che gestisce un popolarissimo exchange di criptovalute.

Ma qual è il piano di Facebook per la creazione di una criptovaluta propria?

I dirigenti parlano soltanto tra loro, i piani per la blockchain non sono di dominio pubblico. Anzi: gli stessi dirigenti sono stati messi strettamente in silenzio e il numero uno di FB non ha ancora spiegato a cosa lavorerà il team.

Un portavoce di Palo Alto ha spiegato: “Come molte altre aziende, Facebook sta esplorando modi per sfruttare il potere della tecnologia blockchain. Questo nuovo piccolo team esplorerà molte applicazioni diverse. Non abbiamo nient’altro da condividere”. Nulla da condividere anche perché ci vorranno anni prima di avere qualche risultato, che no: non si tratterà di avere una semplice ICO. La società mira infatti a fare acquisizioni nella blockchain e delle criptovalute per poi andare a creare la sua valuta. Con la blockchain, Facebook può definitivamente verificare l’identità degli account.

In ogni caso, non è la prima volta che il ‘social’ si lancia sulle monete virtuali: anno 2009, l’azienda rilascia i Crediti Facebook utilizzabili per l’acquisto di beni virtuali in fiochi popolari come Farmville. Solo che FB ha dovuto ritirarla due anni dopo, poiché non ne guadagnava davvero: anche per questo, Marcus ha già fatto capire che non hanno intenzione di integrare una criptovaluta nelle sue applicazioni. Per il momento.

Condividi: